logo Formae Mentis
logo Formae Mentis

Seguici su

linguaggio del corpo,storytelling

StoryTelling Linguaggio del corpo

Storytelling linguaggio del corpo
Foto di Kevin Erdvig su Unsplash

Storytelling Linguaggio del corpo

Parlano i nostri partecipanti

Di seguito alcune storytelling di partecipanti al corso linguaggio del corpo.

I piccoli e grandi problemi che i nostri partecipanti hanno risolto, con le conoscenze ricevute sul linguaggio del corpo.

 

(Seguici sul canale 🤳 𝐖𝐡𝐚𝐭𝐬𝐀𝐩𝐩)

 


 

Storytelling di Concetta (insegnante)

Insegnamento efficace?
Ecco come il linguaggio del corpo ha trasformato le lezioni di Concetta 

Concetta Marcianti, insegnante in un quartiere con difficoltà sociali, ha utilizzato le conoscenze sul linguaggio del corpo per migliorare la comunicazione e l’apprendimento dei suoi studenti. Continua a leggere per scoprire come ha:

  • Aiutato i ragazzi a riconoscere e gestire le proprie emozioni
  • Migliorato la comunicazione tra studenti e insegnanti
  • Creato un ambiente di apprendimento più positivo e coinvolgente

 

storytelling
via telegram

“In un quartiere, con difficoltà sociali di ogni genere, si trova un contesto scolastico la cui utenza richiama l’attenzione dei docenti e del dirigente ad aiutare i ragazzi nel riconoscere le proprie emozioni e a saperle condividere, non che, a saperle riconoscere negli altri.

Nasce cosi a inizio anno un progetto di educazione civica chiamato “A lezione di emozioni”.

Ogni docente secondo le proprie attitudini e conoscenze mette in atto il progetto e io in particolare, avendo seguito i percorsi sulle microespressioni facciali e linguaggio del corpo del dott. Fabio Pandiscia, propongo ai ragazzi di osservare un’immagine dove sono raffigurate le 7 emozioni primarie e successivamente riprodurle sia attraverso un disegno, che usando uno specchio, per riprodurle sul proprio viso.

Spesso tra ragazzi si sta più attenti a ciò che si dice piuttosto che a ciò che si può esprimere con il proprio corpo.

L’esperienza ha fatto capire e riflettere molti ragazzi, che è bene prima di proferir parola, osservare l’altro e osservare se stessi per una buona comunicazione.

Il progetto portato da me in una classe ha avuto riscontro positivo tra i ragazzi in primis, tra i colleghi e una approvazione da parte dei rappresentanti dell’ufficio regionale scolastico sulla dispersione.

L’utilità dei percorsi sul linguaggio del corpo ha una grande importanza nei rapporti interpersonali sia tra pari sia con gli studenti.

Essere docente non è solo trasmissione di saperi, ma anche e soprattutto comprendere lo stato d’animo e le emozioni che i ragazzi tendono a non volere esprimere con le parole, ma che sono evidenti sul volto e che spesso esprimono disagi”.
Concetta.

 

♨️ Segui il canale 𝐓𝐞𝐥𝐞𝐠𝐫𝐚𝐦!
👉🏻 https://t.me/formaementis

 


 

Storytelling di Mario A.

Scopri come il linguaggio del corpo ha aiutato Mario A. nel suo lavoro: una storia vera da Telegram

Imparare a leggere le microespressioni, per migliorare le relazioni professionali?

È possibile, come dimostra la testimonianza di Mario A., condivisa su Telegram.
In questo articolo, scopriremo come il linguaggio del corpo ha aiutato Mario a:

  • Comprendere meglio le proprie emozioni
  • Trasmettere efficacemente il suo messaggio
  • Interpretare correttamente le intenzioni degli interlocutori
  • Creare relazioni empatiche più solide

Se anche tu ti trovi a interagire con persone diverse per lavoro, la storia di Mario A. può essere una fonte di ispirazione.

storytelling
via telegram

Le sue esperienze dimostrano quanto il linguaggio del corpo possa essere uno strumento prezioso per la comunicazione e il successo professionale.

Continua a leggere per scoprire in dettaglio come Mario ha utilizzato le microespressioni per migliorare il suo lavoro.

Per motivi legati alla sua professione, non scriviamo il nome di chi ha rilasciato la testimonianza, ma su sua richiesta riportiamo comunque la storia, sperando possa esser utile anche ad altre persone che vogliono studiare il linguaggio del corpo.

 

“Ciao a tutti, il linguaggio del corpo, precisamente le microespressioni, mi hanno aiutato molto nel mio lavoro.

Mi incontro spesso in contesti di persone che svolgono diverse attività, con diversi tipi di mentalità.

Prima di tutto hanno permesso a me di capire le mie emozioni, quindi intorno ad un tavolo di lavoro ho potuto tramite il linguaggio del corpo, trasmettere bene il mio messaggio, e di conseguenza capire bene il linguaggio del corpo del mio interlocutore.

Instaurando così una buona relazione empatica, cosa che trovavo spesso di difficile attuazione”.

Mario A.

———————————
🔥 Sali di livello.
Scopri i segreti del linguaggio non verbale!
𝐑𝐢𝐜𝐡𝐢𝐞𝐝𝐢 𝐥𝐚 𝐭𝐮𝐚 𝐜𝐨𝐧𝐬𝐮𝐥𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐠𝐫𝐚𝐭𝐮𝐢𝐭𝐚
👉 Scegli la data sul mio calendario
———————————

 


 

Sapevi che il 90% della comunicazione è non verbale?

Impara a decifrare il linguaggio del corpo e migliora le tue relazioni personali e professionali.

🔥 𝐂𝐡𝐢𝐞𝐝𝐢𝐦𝐢 𝐝𝐢 𝐩𝐢𝐮̀ 𝐬𝐮𝐥 𝐩𝐫𝐨𝐬𝐬𝐢𝐦𝐨 𝐞𝐯𝐞𝐧𝐭𝐨: 𝐋𝐢𝐧𝐠𝐮𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨 𝐝𝐞𝐥 𝐜𝐨𝐫𝐩𝐨
👉 https://tr.ee/5ZanQS33dt 

 

Ti interessa la comunicazione non verbale?
Seguimi su Linkedin

 

 


Ultimi articoli pubblicati su Medium

Tags
linguaggio del corpo,storytelling
Share This
Open chat
Ciao 👋
possiamo aiutarti?