logo Formae Mentis
logo Formae Mentis

Seguici su

linguaggio del corpo,vendita

Quanto è utile la comunicazione non verbale nella vendita?

la comunicazione non verbale nella vendita
Foto di Christiann Koepke su Unsplash

Quanto è utile la comunicazione non verbale nella vendita?

In contesti di forte concorrenzialità, per ottenere risultati bisogna porre in campo diverse abilità, non solo l’iniziativa, la creatività, ma, soprattutto, la capacità di porsi in relazione con il cliente.

Il venditore professionista conosce molte tecniche, sa negoziare, sa divertire, sa ascoltare. Le stesse tecniche le usa anche nella vita di tutti i giorni, perché la comunicazione è presente ogni volta che due individui si incontrano, non solo sul lavoro quindi, ma anche nella vita privata.

Perché allora, un venditore dovrebbe conoscere il linguaggio del corpo? A questa domanda in parte ho già risposto in un post – clicca qui: perchè se sei un venditore dovresti conoscere il linguaggio del corpo –

 

Il linguaggio del corpo è importante per chi vende?

Saper comunicare gioca un ruolo fondamentale in qualsiasi professione e nella vita privata: tutti sanno esprimersi, ma sono pochi quelli che riescono ad ottenere un consenso rapido, sia nei rapporti privati sia nelle relazioni di lavoro.

Lo studio della comunicazione non verbale e delle emozioni facciali permette la classificazione dei più significativi comportamenti, orientando la comunicazione verso obiettivi specifici.

Uno strumento che non può mancare nella cassetta degli attrezzi di un professionista, è proprio la conoscenza del linguaggio del corpo.

Quanto è utile la comunicazione non verbale nella vendita?

 

Quanto è utile la comunicazione non verbale nella vendita?

La Comunicazione non verbale non è una tecnica di vendita, ma è come una bussola all’interno della comunicazione, che serve a guidarci per conoscere dove dobbiamo avventurarci e dove invece andare cauti, ovvio che se questa conoscenza è unita ad un buon processo di vendita, il risultato non può mancare, le chiusure di vendita aumenteranno, ma non solo, la persona in questione ha anche a disposizione un protocollo applicabile a qualsiasi settore della comunicazione.

Se parlando con un cliente questi mette in atto una prossemica indietro o un raschiamento della gola, è un segnale che stiamo andando veramente male, meglio riprendere la comunicazione da un piano diverso, cioè calibrare se possiamo ciò che stiamo dicendo perché altrimenti salta tutto ciò che di buono abbiamo fatto.

Stessa cosa se siamo a cena con una persona che ci piace e sulla quale vogliamo far colpo: se non andiamo a calibrare la nostra comunicazione quando siamo davanti a questi segnali tipici non verbali, il conto del ristorante potrebbe arrivare prima del previsto 🙂

 

Facciamo qualche esempio concreto

Quante volte avete notato gli “addetti alla vendita” in uno store, accogliere clienti mettendosi “di fronte” a lui, quasi a sbarrargli la strada risultando ovviamente invadenti?

Secondo voi:

  • E’ un buon protocollo di accoglienza da usare in un punto vendita?
  • Quanto ne sanno queste persone della bolla prossemica di un individuo?
  • Quanto ne sanno di distanza personale, sociale o pubblica?

Praticamente nulla, altrimenti non farebbero errori del genere!!

 

Ti interessa la comunicazione non verbale?
Seguimi su Linkedin

 

 

Il sesso del cliente

Se siete dei venditori e state parlando con un cliente, dovete fare attenzione anche al sesso del cliente!!! Ovvero se è uomo o donna, perché il sesso determina il tipo di comunicazione!

Se siete uomini e dovete parlare con un altro uomo, potete usare tutte le migliori parole che volete, tutte le migliori tecniche di vendita del mondo, ma non saranno mai efficaci se parlerete mettendovi di fronte a lui.
Questo perché la comunicazione uomo-uomo avviene solo a 45° o di lato, mai frontalmente, perché da tempi arcaici la comunicazione uomo-uomo frontale avviene solo in caso di lotta.

Per la comunicazione uomo-donna o donna-donna le cose sono diverse.

Senza queste piccole, quasi insignificanti informazioni, può saltare tutto un processo di vendita.

La distanza personale, il tipo di comunicazione (frontale o laterale) sono processi che entrano in gioco, addirittura prima che la famigerata “stretta di mano” avvenga.

Se è vero che non abbiamo una seconda occasione per dare una buona prima impressione, allora è meglio conoscere questi processi.

Quanto è utile la comunicazione non verbale nella vendita?
Foto di Bianca Ackermann su Unsplash

 

Dai uno sguardo al nostro materiale gratuito, forse c’è qualcosa che può interessarti 🙂 

Lo so, in Italia si legge poco e se sei arrivato fin qui devo addirittura complimentarmi con te.

Non ce ne sono molti che arrivano a leggere oltre la decima riga di un articolo.

Non sarò qui a consigliarti di leggere un libro sull’argomento, anche se ne ho scritti più dii una decina – vedi qui 

L’unica cosa che sento di consigliarti per avvicinarti al mondo del linguaggio del corpo è frequentare un corso di 2 giorni con me, full immersion.

In due giorni in genere non si finisce un libro, ma un’esperienza unica in aula certamente si.

Un’esperienza guidata da trainer preparati, insieme ad altre persone (massimo 10 partecipanti), per esercitarsi in tutte le tecniche che mostrerò.

Lo so, spesso dopo un corso passati 15 giorni si tende a dimenticare ciò che si impara.

Soprattutto se non si mette in campo ciò che si apprende, ma non è un problema. Proprio per questo motivo ho fortemente voluto la formula rifrequenza gratuita a vita per tutti i partecipanti ai nostri corsi.

In pratica potrai venire a rifrequentare il corso tutte le volte che vuoi, ogni volta che lo facciamo, in qualsiasi parte d’Italia, gratuitamente!!!

Quanto è utile la comunicazione non verbale nella vendita?

Se vuoi approfondire la comunicazione non verbale nella vendita, ti aspetto al mio prossimo Corso linguaggio del corpo  chiama gratis il numero verde 800 032 882 oppure scrivi a info@formaementis.net
Avrò il piacere di seguirti di persona durante tutto il percorso della durata di 2 giorni (full immersion), per questo ho scelto il numero chiuso, massimo 10 persone.

La rifrequenza è sempre gratuita – Attestato finale

 

Tags
Emozioni,linguaggio del corpo,vendita
Share This
Open chat
Ciao 👋
possiamo aiutarti?